Raf Simons

Raf Simons nasce nel 1968 in Belgio, laureato in designer industriale ed immobiliare inizia la sua carriera lavorativa all’interno delle gallerie d’arte. Nel 1995 un incontro professionale con Linda Poppa, capo del dipartimento di moda dell’accademia reale di Anversa, rende noto il suo talento nella progettazione di capi d’abbigliamento e promuove il lancio del suo marchio. Nel corso degli anni collabora con le Maison più acclamate come Jil Sander, Dior e Calvin Klein. Le sue collezioni sono alimentate dall’amore per le culture giovanili ribelli, presentando un’immagine radicalmente diversa della mascolinità degli anni Novanta. Unendo l’energia e la singolarità delle subculture adolescenziali con la precisione del classico artigianato sartoriale, il look presentato dallo stilista è ispirato e progettato per outsider fiduciosi. Sempre al centro del suo universo, essenziali come i vestiti stessi, sono atteggiamenti, stati d’animo e dichiarazioni sull’individualità e l’indipendenza. Altrettanto importante nell’approccio dello stilista è la costante ricerca di innovazione, anche se negli anni gli elementi chiave rimangono gli stessi: proporzioni moderne, ricerca costante di tessuti e soprattutto l’interazione di pura costruzione e nuove forme con il corpo e la psiche dell’uomo contemporaneo.
Abbigliamento