FAQ

Nel 1921 Guccio Gucci apre a Firenze un piccolo negozio di articoli da viaggio e di selleria. Negli anni dell’autarchia, per far fronte alla carenza di materiali, viene introdotto l’utilizzo di materiali poveri come la canapa, juta e il celebre bamboo che sanciscono l’originalità del marchio fiorentino: è il 1947 quando viene creata la famosa Bamboo bag, accessorio di classe portato dalle donne più glamour dell’epoca. I motivi del morso e della staffa vengono ripresi dalla tradizione equestre della maison così come i nastri che contraddistinguono gli accessori: verde-rosso-verde per gli articoli in cuoio naturale e blu-rosso-blu per quelli in cuoio colorato. Agli inizi degli anni Sessanta il logo della doppia G viene messo in produzione in ricordo del fondatore e nel 1967 Rodolfo Gucci crea il foulard Flora per un’elegantissima Grace Kelly; Audrey Hepburn, Jackie Kennedy e Maria Callas sono testimonial del lusso italiano. La svolta patinata avviene con la scelta della coppia Tom Ford e Domenico De Sole, sotto l’influenza dell’ex direttore di Vogue Paris Carine Roitfeld: la donna Gucci è internazionale, femminile e sicura di sé. Dal 2015 Alessandro Michele è Direttore Creativo del marchio.

COLORI

TAGLIE

loading...